PET therapy

Il termine onoterapia deriva dal greco “onos” (asino) e si identifica come una pratica equestre che si avvale di questo animale a fini terapeutici.

Rispetto alle attività ludiche che hanno lo scopo di migliorare la qualità della vita delle persone, quelle terapeutiche agiscono su una malattia o un disturbo sottoforma di co-terapia, favorendo un approccio dalle molte potenzialità che aiuta ad accelerare le acquisizioni, l'efficacia ed i risultati di altre terapie (mediche) in maniera attiva, senza che il soggetto risulti passivo ed isolato.

Diventa, quindi, un’integrazione a tutte quelle forme di terapie tradizionali come nel caso di quelle farmacologiche. Essa consiste in un complesso di tecniche di educazione e ri-educazione mirato ad ottenere un miglioramento del disagio causato da una molteplicità di problematiche quali danni:

  • sensoriali
  • motori
  • cognitivi
  • affettivi
  • relazionali
  • comportamentali

 

Gli STRUMENTI di cui si avvale sono:

  • Il corpo
  • Il movimento
  • Il gioco
  • la relazione tra asino-utente-operatore

 

Tramite questi elementi, vengono incentivate tutte le possibili espressioni di comunicazione che permettono il riavvicinamento alla dimensione corporea ed emotiva, allentando i conflitti e ristabilendo una connessione con la propria sfera emotiva e con i propri vissuti interiori.

Il rapporto che si costruisce con l'asino attraverso l’utilizzo iniziale della mano, come organo di senso e primo iniziatore d'azione, e successivamente attraverso il gioco, aiuta ad acquisire maggiore consapevolezza del proprio corpo e dei propri movimenti. In questa maniera, si può assistere ad un miglioramento della propria autoefficacia: spesse volte, soprattutto in caso di disabilità, ma anche nei bambini, il potersi prender cura di un altro essere, dandogli da mangiare o da bere, accresce la propria autostima e la fiducia in sè stessi.

Con i movimenti motori, di fatto, si aiuta l'utente a decentrarsi da sé e dalle proprie problematiche (a qualunque livello si pongano) focalizzando l'attenzione sul QUI ED ORA, favorendo il crearsi di un codice di comunicazione tra asino-utente- operatore fondato sul sentire e percepire emotivamente l’altro, in un contesto educativo ed evolutivo gradevole, ricco di stimoli, a contatto con la natura ed il verde (elemento che si pone in forte contraddizione rispetto ai tipici setting terapeutici, spesso standardizzati, sterili ed artificiali).

Si sviluppa una relazione privilegiata che facilita l'apertura verso il mondo esterno ed induce a recuperare il senso del reale e del diverso da sé . In sintesi, questo miglioramento del benessere della persona e della sua salute, viene concepita, non come assenza di malattia, ma come piena espressione delle capacità individuali (in caso di handicap o disabilità si parlerà di capacità residue) che favoriscono il linguaggio e l'organizzazione dei processi mentali, la concentrazione, la percezione della propria posizione nello spazio, la postura e la responsabilità.

 

"L'asino è preparato a fare il terapeuta?"

 

Fondamentalmente, egli non deve "imparare" nulla in particolare, in quanto non stiamo parlando di un animale sportivo che necessita di un addestramento adeguato (prettamente fisico) ad una specifica disciplina.

Fatta questa premessa, sarà compito dell’operatore/tecnico dell’animale quello di saperne riconoscere/leggere (anticipatamente) la psicologia, sapendone studiare il temperamento ed avendo cura di desensibilizzarlo agli eventi in maniera adeguata. In questo modo, non soltanto l’operatore, ma anche l’animale sarà pronto a conoscere e ad approciarsi all’utenza che gli verrà assegnata e che dovrà trattare. Più che sul fisico, il tecnico lavorerà quindi con e sulla mente dell'animale, attraverso giochi ed esercizi mirati.

L'obiettivo primario, sarà dunque quello di ottenere un co-terapeuta preparato disposto a lavorare con noi in maniera quanto più equilibrata, serena e collaborativa possibile (qualsiasi sia la proposta).

 

"Aiutalo a fidarsi di Te, ma fidati di Lui"

 

Seguici



Contatti

  • Indirizzo
    Frazione Vigna 2/BIS
    12013 Chiusa di Pesio (CN)
    Valle Pesio - Piemonte - Italia
  • Telefono
    (+39) 0171 734514
    (+39) 338 1165528
    (+39) 333 7460163
  • Mail
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.